giovedì 24 gennaio 2013

Invia una mail e lotta con noi per la CURA delle lesioni spinale croniche


“[…] Luca Pancalli, Presidente Comitato Italiano Paralimpico, conoscendo in prima persona le conseguenze che una mielolesione comporta mi chiedo, come diavolo Lei riesca a sostenere pubblicamente: 

"Tornassi indietro vorrei la vita esattamente come è stata incidente compreso... La felicità è desiderare esattamente ciò che si ha."?

Ma si è reso conto di cosa sta dicendo? Lo pensa sul serio o l’ha detto solo per far la figura di un uomo forte che può superare ogni ostacolo? In entrambi i casi, credo che la Sua affermazione sia un’offesa terribile per chi ogni giorno come noi, oltre alla carrozzina, è costretto ad usare un catetere per urinare, metodi invasivi per svuotare il proprio intestino, farmaci vari che distruggono il nostro fegato etc. […]”

Dopo aver ascoltato le affermazioni rilasciate da Luca Pancalli durante il servizio andato in onda nell’edizione del tg1 del 09/01/2013, non possiamo che sostenere e condividere quanto detto in  questa lettera dalla portavoce di Sruotiamoci e del Blog Cure Girls Loredana Longo.

Se anche voi la pensate così, sottoscrivete il nostro appello chiedendo alla Rai (Radio Televisione Italiana) e al TG1 di concederci il diritto di replica. Vogliamo far sapere a chi non conosce la lesione spinale cronica il motivo per cui la ricerca di una cura debba essere considerata una necessità.

LA LESIONE SPINALE CRONICA È UNA FORMA DI TORTURA...LOTTA CON NOI PER LA CURA! Invia una email completando i campi qui sotto elencati.

Questa campagna è chiusa. Grazie per tutto il supporto. E 'stato tremendo e ha causato la RAI ad accettare un colloquio per l'organizzatore principale in Italia. Maggiori informazioni a seguire.

6 commenti:

  1. La verita?
    Luca Pancalli era un invertebrato anche prima del trauma.

    Ambrogio Villani tetraplegico

    RispondiElimina
  2. è semplicemente la sua opinione, la si condivide o no, ma la si rispetta

    RispondiElimina
  3. Nicolò, le opinioni di tutti sono ben accette, ma chi ricopre certe cariche dovrebbe sapere che ciò che dice ha una certa influenza sulle persone. Io non posso più fare finta di non vedere e di non sentire tutte le volte che in TV viene affermato: "Facciamo tutto ugualmente.. abbiamo una vita indipendente... la soluzione migliore per essere felici è accettare di vivere la vita con la lesione spinale". è a causa di questo tipo di messaggi che la ricerca di una cura per le lesioni spinali croniche non è ai primi posti delle agende delle "persone che contano". Quando si parla con qualcuno (chiunque sia) capita spesso di sentirsi dire: "Tu si che hai accettato la cosa, non come quello la che dopo l'incidente non si rassegna, sta tutto il giorno a cercare su internet notizie e non esce quasi mai di casa"..ma parlano spesso senza nemmeno sapere la differenza tra para e tetraplegico, e solo un numero piccolissimo di persone conosce davvero ciò che comporta la lesione. Siccome io non voglio passare tutta la mia vita seduta qui sopra credo che sia importante che finalmente la gente sappia e si renda conto che purtroppo basta un attimo e la tua vita e quella dei tuoi cari viene devastata. Tutti quelli che hanno tumori o patologie gravi come la nostra fanno il mio ragionamento..Lottano per una cura... Perché noi invece dovremmo RASSEGNARCI? Con affetto Loredana

    RispondiElimina
  4. propongo un hangout su lacosa per fare chiarezza il prima possibile.Invitando Luca Pancalli a partecipare grazie

    RispondiElimina
  5. Ciao a tutti. Il mio compagno da sei mesi a causa di un incidente e finito in sedia a rotelle. Anche se uno non si ammazza e un s strappa i capelli ma cerca cmq d andare avanti la vita e cambiata!!! Eccome!!! V prego d tenere aggiornati TT sulle ricerche e su possibili cure. Grazie. Io leggevo su innesti a livello della lesione di cellule olfattive in gradi di rigenerarsi e d ricreare un collegamento. Voi ne sapete qualcosa? Grazie. Silvia

    RispondiElimina
  6. Ciao a tutti. Il mio compagno da sei mesi a causa di un incidente e finito in sedia a rotelle. Anche se uno non si ammazza e un s strappa i capelli ma cerca cmq d andare avanti la vita e cambiata!!! Eccome!!! V prego d tenere aggiornati TT sulle ricerche e su possibili cure. Grazie. Io leggevo su innesti a livello della lesione di cellule olfattive in gradi di rigenerarsi e d ricreare un collegamento. Voi ne sapete qualcosa? Grazie. Silvia

    RispondiElimina